Golf e dolori articolari: come prevenire ed evitare il mal di schiena


 

Tra tutti gli infortuni che il golf può causare, quello più frequente è sicuramente il mal di schiena. Lo swing è infatti un movimento innaturale che, se eseguito in maniera errata, può creare forti dolori alla colonna vertebrale. In generale, il 70% dei golfisti ha avuto almeno una volta dolori lombari e, tra gli amatori, l’80% ne soffre.

Durante una partita si percorrono, infatti, circa 8 km in 4 ore e si eseguono solitamente dai 75 ai 125 colpi. La velocità con cui viene colpita una pallina può arrivare fino ai 300km/h, e questo insieme a forza e coordinazione fa si che la schiena venga sottoposta a continue torsioni. Si crea così quell’effetto di ‘basculamento’, dove la colonna vertebrale si sposta e favorisce una serie di compensazioni che alla lunga danneggiano i muscoli. In aggiunta, ulteriori lesioni possono essere provocate dal trasporto della sacca a spalla, piegamenti non corretti per marcare la pallina o una postura sbagliata nello stance.

 

Come prevenire il mal di schiena?

 

Il primo passo per prevenire dolori lombari è quello di effettuare un buon riscaldamento. Scaldare articolazioni, muscoli e tendini è uno step fondamentale per preparare il corpo allo swing. Iniziare con un movimento brusco creerà solo maggiore irrigidimento dei muscoli.

In fase di gioco, invece, è importante effettuare uno swing armonico e senza forzature, per evitare di ruotare male la schiena ad alte velocità, e mantenere la colonna vertebrale con le sue curvature fisiologiche flettendo le ginocchia e mantenendo la testa in linea. Il miglioramento della condizione fisica, inoltre, può aiutare ad essere più stabili specialmente se si allenano addominali e gambe. Infine, per evitare lesioni aggiuntive ai muscoli della schiena è importante piegare le ginocchia quando ci si flette in avanti per marcare o raccogliere la pallina, e usare una sacca leggera per trasportare i ferri o, ancora meglio, il cart.

In ogni caso, non siamo fatti tutti allo stesso modo. Alcuni avvertono dolori dopo poche partite, altri anche giocando spesso non sentono fastidio. In generale, è bene che ogni giocatore di golf effettui una seduta osteopatica per prevenire e risolvere i problemi nel gioco e si faccia seguire da un maestro che sappia adattare lo swing alla persona senza che sovraccarichi il corpo.

 

Fonte: www.sebastianguzzetti.it

 

Leave a Comment


Your email address will not be published.